LOADING

workshop di videomapping

Un workshop che propone un doppio binario di apprendimento: da un lato le nozioni tecniche legate al mondo della luce, delle video proiezioni e delle tecnologie ad esse collegate, dall’altro un processo formativo che porta a scoprire ed elaborare il contesto in cui si opera (museo o spazio urbano che sia) per re- inventarlo e ri-presentarlo alla comunità sotto una nuova luce.

A cura di Luca Cataldo.

30- 31 luglio, 1 agosto
Presso l’ ex Frantoio di Serra de’ Conti, Piazza IV Novembre

Orario: 9.30 – 12.30 / 14.30 – 17.30

Per la candidatura inviare una mail con lettera di presentazione e CV a: info@astratto.org entro il 18 Luglio.
I posti disponibili al workshop sono due e andranno a completare il gruppo di lavoro accanto al collettivo Muta Animation.

Programma

  • Introduzione
  • Il mondo delle video proiezioni: storia ed evoluzione
  • Analisi casi di studio
  • Proiettari! ABC e cassetta degli attrezzi
  • Software e Hardware
  • Processo per la realizzazione di lavoro
  • Il VideoMapping
  • Controller midi per automazione nei controlli
  • Interazione con l’audio
  • Elaborazione di un progetto finale
  • Proiezione dei progetti di videomapping realizzati dagli studenti su modelli tridimensionali.
  • Confronto e dibattito conclusivo con gli studenti.

Argomenti trattati:

Analisi contesto ed ideazione dei contenuti, rilievo della facciata, ricostruzione della facciata in ambiente 3d (Cinema 4d), produzione dei contenuti (Cinema 4d/After Effects), elementi di interazione live, mapping (Mad Mapper/Resolume), Sistema di regia dal vivo dei contenuti prodotti (VDMX/Resolume)

L’esito del workshop sarà la proiezione di video animati, prodotti durante il mese di Luglio da Muta Animation. Un insieme di materiali grafici provenienti da diverse realtà combinati insieme in un turbinio di colore che andrà ad animare il cuore del paese, da proiettarsi su una parete scelta, nella serata di domenica 1 agosto, durante NottenerAnima, la nuova 3 giorni che il festival NotteNera dedica al cinema di animazione nazionale e internazionale.

Biografia Luca Cataldo – KA:LU

LUCA CATALDO (In arte Ka:lu) è un’artista multimediale specializzato nella realizzazione di installazioni audio visive, grandi proiezioni, vjing e djing.
Il suo percorso nel mondo delle arti visive, frutto di un learning by doing, prende il via nel 2000, a Roma, durante gli studi universitari in comunicazione. Affascinato dalle arti elettroniche e digitale, inizia sperimentare montaggi estemporanei (LIVE VISUAL, VJING) grazie all’utilizzo di software e hardware che gli permettono di miscelare dal vivo filmati da lui registrati e flussi video provenienti da riprese dal vivo, televisione, film, cortometraggi, animazioni.

In questi anni, di pari passo alle performance live, continua ad approfondire le sue conoscenze con workshop e laboratori guidati da tutor come Fabio Di Salvo, Claudio Sinatti, Stefano Polli, Andrea Gabrieli, Bianco-Valente iniziando, così, a realizzare le sue installazioni visive e sonore immersive.

Attraverso il suo lavoro esprimere e mostra i raggiungimenti e le conoscenze che la vita di ogni giorno ci insegna. Il suo stile è sempre alla ricerca di un’estetica che rappresenti la bellezza e che possa permettere un’esperienza immersiva per un pubblico eterogeneo.

MUTA è un collettivo nato nel 2020 e formato da quattro animatrici:
Elisa Bonandin, Elisabetta Bosco, Margherita Giusti e Viola Mancini.
Dal 2017 al 2019 hanno frequentato il triennio del Centro Sperimentale di Cinematografia di Torino,

diplomandosi nel 2020 con i film di diploma “En rang par deux” (premiato al: Glocal film festival 2020, Imaginaria 2020, Animaphix 2020, Premio Laganà 2020), e “Siderea” (Menzione speciale della giuria del Sardinia Film Festival 2020). NOTTENERANIMA Evento straordinario, grande novità di questa edizione di Nottenera Festival è la tre giorni dedicata al cinema d’animazione, linguaggio contemporaneo molto diffuso in ambito internazionale e ancora poco noto in Italia. Nottenera fin dalla sua nascita, ha inteso far conoscere e promuovere sia il linguaggio animato che la straordinaria scuola marchigiana d’animazione, proponendo specifiche serate curate da esperti assieme ad incontri e workshop con autori. A partire da questo anno vogliamo dare forma e continuità ad un Festival Regionale dedicato specificamente al cinema d’animazione in dialogo e facendo rete con realtà regionali, nazionali, internazionali.